AurelioDiario

IL MAESTRO AGGIORNA IL BLOG OGNI VOLTA CHE LO DESIDERA.

20.1.07

ITALIANI


In Italia molte cose non vanno: Nelle strutture pubbliche sono più le cose che non funzionano che quelle che funzionano, l'italiano medio non ha voglia di lavorare, quando qualcuno viene aggredito gli altri se ne fregano, ecc. Quando sentiamo queste cose diciamo: Solo in Italia succedono queste cose!
Non so se succedono solo in Italia queste cose e non credo. Comunque non credo che l'Italia sia il posto meno progredito, anche se per tante cose rispetto all'Europa del nord stiamo in dietro. Comunque, sono convinto che ogni posto abbia le sue negatività. Ma non so se nel resto d'Europa qualcuno dica: Queste cose succedono solo in Germania oppure queste cose succedono solo in Francia. Un francese che parla male della sua terra? Non sopporto nemmeno i nazionalisti, anzi io le nazioni le abolirei. Così uno non può ne' condannarla ne' sopravvalutarla la propria nazione se non c'è. Forse esagero, ma quante guerre inutili sono state fatte in nome di una nazione o di un'altra! Quante rivalità!

3 Comments:

At 3:09 PM, Blogger Hrvat said...

Scusi Maestro... prendiamo la Jugoslavia: Ma se le varie "nazioni" di quella Federazione hanno fatto la guerra , ed i vari gruppi nazionali hanno combattuto tra loro, ci sara' stato un motivo no?
Cioe' voglio dire: Se le Nazioni esistono, ed esistono in tutto il mondo, significhera' che a qualcosa servono no?
L'Internazionale Socialista e' stato l'ultimo "Organismo" che , in teoria, voleva abbattere le barriere tra nazioni... direi che e' miseramente fallito.
Insomma guardiamo al futuro senza ripiegarci sugli "errori passati" Maestro!

Ps: Che poi l'Italia non sia una Nazione, questo e' un altro discorso... per me l'Italia e' composta da 3-4 Nazioni diverse ad esempio...

 
At 6:47 PM, Blogger Aurelio said...

Io sono pienamente d'accordo col Maestro e sono sicuro che non volesse abolire le nazioni. Ma è vero che tante nazioni sono state imposte da altri. Come la Jugoslavia che è stata creata perché serviva uno stato forte in quella zona, come in Africa per dividerla tra i paesi colonizzatori. No! La destatazione era una proposta esagerata per proporre di eliminare tutte le barriere possibili all'integrazione tra i popoli, pur senza prescindere dalle peculiarità di ognuno. Quello che è successo in Jugoslavia è molto triste....

 
At 4:52 PM, Anonymous nonnaiuia said...

Penso che se ci sentissimo tutti cittadini del mondo - specie adesso che c'è la globalizzazione - rispettando ognuno le peculiarità degli altri, oltre alle proprie, il mondo sarebbe un posto migliore. Certo, per tutta quella parte di noi che pensa sia giusto stare meglio, seppur a scapito degli altri, è molto difficile anche solo pensarla una cosa del genere, e finché non la sentiremo tutti, come una necessità vitale, non può funzionare. Peccato!

 

Posta un commento

<< Home